i Soci

D

Matilde Domestico (Torino 1964).

Dopo il diploma in Scenografia conseguito presso l'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, inizia a collaborare come free lance con case editrici, realtà teatrali e artistiche.

L'uso di oggetti in porcellana, con cui elabora installazioni ambientali, caratterizza il suo linguaggio espressivo e orienta la sua ricerca artistica. Migliaia di oggetti incolonnati, aggregati tra loro danno origine a opere, installazioni ambientali che nella natura trovano la loro ideale collocazione, così come in uno spazio intimo e Domestico, quale quello del microcosmo abitativo, per l'artista, specchio di una dimensione universale. E' fondamentale l'incontro con la I.P.A. Industria Porcellane S.p.A. di Usmate Velate (MB) per lo sviluppo della sua attività artistica e supporto logistico .
La carta, la grafite, i punti metallici sono gli altri materiali utilizzati per realizzare opere di grande e piccolo formato. Il foglio di carta abilmente modellato diventa talvolta un tavolo, un abito, un libro o un lume, rievocando l'atmosfera della stanza di Emily Dickinson oppure definisce il profilo di scrittori, personaggi o ancora, edifici di interesse artistico .
Ha partecipato a numerose esposizioni personali e collettive in gallerie private, spazi pubblici e fiere di arte contemporanea.

Cristina De Maria

Nata a Torino, nel 1959, la pittura rappresenta ormai un’attività con caratteristiche costanti ed imprescindibili, dove le ambizioni  espressive privilegiano in modo consolidato il supporto cartaceo.      

L’acquerello  , ma non in modo esclusivo,  per  quella pregevole  complicità  riconducibile alla sua interazione con la carta e l’acqua,  i  pigmenti ed il  tempo necessario 

CURRICULUM :       

Corso di Nudo di disegno dal vero (prof. Soffiantino)  Accademia di Belle Arti , Torino

Manipolazione e decoro della terracotta  (prof.ssa Cumani Klemenz )                            

Lezioni individuali pluriennali di Tecnica Pittorica e Disegno (prof.  Goccione)                        

Corso diAcquerello (prof.  Lobalzo)

Dal  2011 , accolta in  Associazione  Italiana Acquerellisti  (A.I.A.)  di Milano mi si offre l’ occasione di  partecipare , superando le selezioni previste di volta in volta per i soci, ad eventi  espositivi proposti a livello nazionale  (Genova, Maccagno, Milano, Verona , Fabriano) e così, attraverso i contesti internazionali dell’ E.C.W.S,  in esposizioni  collettive di acquerello in Polonia (Kazimierz), Spagna (Llanca) Colombia , Norvegia (Oslo), Francia (Avignone) .                                  

 Per quanto riguarda la mia città, a Torino ho avuto modo di esporre  alla Promotrice delle Belle Arti di Torino in qualità di socia (2012/2017), al Circolo degli artisti, a Torino Esposizioni in occasione di  Paratissima, al Museo delle Scienze, a Palazzo Birago.

Attualmente collaboro nell’ insegnamento dei corsi di acquerello presso l’ Unitre di Torino 

Le ricerche preparatorie dei miei lavori tendono ad una sorta di ossessività legate all’argomento che porta ad indagare per mesi lo stesso soggetto; ecco allora lo sviluppo di lavori “tematici” il cui argomento altro non è che la messa a punto di un progetto intenzionale .     In “STRADE DI PESCI” , la descrizione dei Palazzi, rappresenta l’ opera della vita stanziale degli  umani, che ne ospita e protegge gli Affetti, gli Umori e le Esistenze: sinonimo di stabilita’, con l’avvicendarsi generazionale cui trasmettono valori etici ed estetici, dal punto di vista architettonico  scrive la Storia dell’Arte. I Pesci, allegorici e surreali, rappresentano il movimento: in branchi sono essi stessi interpreti di dinamiche migratorie senza limiti di tempo e di barriere – hanno già percorso le nostre strade, ora edificate, in epoche lontane quanto le tracce fossili sulle nostre montagne 

“… Il segno di De Maria è quanto mai preciso, armonioso , dove nulla è lasciato al caso. La preponderante cromatica conferisce importanza alle varianti segniche di una grafia precisa, gentile e poetica. Rilevante il rigore nella costruzione degli equilibri spaziali all’interno di una struttura prospettica (…) meticolosamente realizzati tramite tratti sicuri, che rivelano capacità notevoli nel disegno e una raffinata cultura visiva.”  (Paolo Levi, giugno 2013)

 

Nato a Torino nel 1939 dove attualmente vive.

La prima mostra personale è del 1963.

Nel 1964 realizza le prime carte bianche, ricerche sulla modulazione graduata di spazi bidimensionali, a cui seguiranno cicli di ricerca sulla definizione di spazio e superficie. Divulgati negli anni 60-70 in mostre personali a Torino, Milano, Monaco, Roma, Zurigo, Coblenza e manifestazioni quali i Réalités Nouvelles a Parigi, De Mathematica a Roma, Stedelijk Van Abbemuseum ad Eindhoven, Neue Galerie am Landesmuseum Graz.

A partire dall'80, inizia una nuova fase di lavoro, caratterizzata da una maggiore organicità e attenzione nei confronti delle componenti in colore e dei materiali della pittura. Divulgata in mostre personali ed esposizioni collettive a Torino, Milano, Mainz, Parigi, Basilea, Colonia.

Le più recenti mostre personali, nel 1997 presso la Galleria Valente, Finale Ligure e nel 1998 presso l'Istituto Italiano di Cultura a Colonia.

Privacy Policy
Cookie Policy
facebook rss