Albo d'oro

Mondazzi Raffaele

Raffaele Mondazzi,

nasce a Mercato Saraceno (Forlì) nel 1953, si trasferisce nel '60 a Torino, dove frequenta il Liceo artistico e il corso di Scultura di Sandro Cherchi all'Accademia Albertina di Belle Arti.

Dal 1975 è assistente di Scultura presso lo stesso Istituto. Negli anni 1982-83 tiene un corso di restauro di scultura antica presso la Missione Archeologica Italiana di Hyerapolis di Frigia (Turchia) diretta da Daria Ferrero De Bernardi, e i Musei Archeologici di Istanbul e Smirne.

Ha esposto in mostre collettive e personali tra queste negli Istituti Italiani di Cultura di Istanbul e Bucarest e ha eseguito opere di committenza pubblica: monumenti a Gesico, Alassio, Pietra Ligure, Gabiano Monferrato, Ventimiglia, Chiusanico, Ormea, Asti, al Colle dell'Agnello, Carrù, Villanova Mondovì, Saint-Vincent. A Cuneo per gli Ottocento anni della città realizza per l'Amministrazione Provinciale, con Massimiliano Apicella, il monumento-fontana Allegoria dei fiumi Gesso e Stura, marmo nero di Ormea, che si trova alla rotonda di piazza Torino. Ad Asti esegue la copia della statua quattrocentesca di San Secondo posta sulla facciata della chiesa dedicata al santo ed il ritratto bronzeo di Giovanni Pastrone nel Teatro Alfieri. Sue opere sono in collezioni private a Torino, Asti, Stresa, Pessione, Mondovì, Cuneo.

Muore il 29 novembre 2019 a Lombardore (TO).

 

Privacy Policy
Cookie Policy